La via del grano

C’è la via della seta, la via del sale, la via dell’acqua..e c’è la via del grano.

Quest’ultima si snoda tra Campania e Puglia e veniva utilizzata per il trasporto del grano dalle terre care a Federico II, il signore biondo, fino a Napoli. 

Questo tragitto, noto come l’arteria stradale, che collegava nell’ ‘800 il Principato Citeriore e l’Ulteriore (le attuali province di Salerno e di Avellino con la Basilicata), fu costruito nel 1789 per volere del Re Ferdinando IV di Borbone su proposta del Marchese di Valva, Sopraintendente di Strade e Ponti.

La strada serviva non solo a congiungere i comuni dell’entroterra campano e lucano, da Eboli a Melfi, ma anche ad assicurare il trasporto del grano e delle altre derrate alimentari dalle fertili pianure della Puglia alla capitale del Regno.
Segno tuttora tangibile dello storico percorso è proprio l’Epitaffio, il monumento risalente al 1797, eretto nella periferia rurale di Eboli, che dal cippo prende il nome, recante un’iscrizione che ricorda ai posteri l’apertura della via. 

 

One thought on “La via del grano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...