L’antico Phasis

Per motivi professionali mi sto occupando in questi giorni di un paese alburnino dalla storia fascinosa: Sant’Angelo a Fasanella.

Premessa.

Scrivo alburnino per i vicini Monti Alburni, ribattezzati con un pò di fantasia “Le Dolomiti del Sud”. La roccia e l’acqua hanno ruoli da comprimari.

70156622

Le cascate dell’Auso

Il silenzio di Sacco è complice della stesura di un breve saggio che vuole far conoscere gli aspetti meno noti del territorio, ivi incluso l’artigianato e le tradizioni popolari ancora vive..

S.Angelo a Fasanella vanta una storia che vado scoprendo da sempre di più.
Una leggenda legata a S.Michele incuriosisce i turisti, ma storicamente il paese alburnino ha una storia non meno seducente.
In sintesi si potrebbe dire che muore un paese e ne rinasce più a monte un altro, più idoneo alle mutate condizioni storiche.

Il sito risulta dalle ricerche ricadente sotto il governo del primo Principe longobardo di Salerno Siconolfo e rientrante nel gastaldato di Lucania insieme agli Alburni; lo prova la divisione datata 847 d.C. tra lo stesso Siconolfo e Radelchi di Benevento.

“Phasis” muore più a valle e nasce S.Angelo grazie ad una caverna, porto franco per gli antichi abitanti scampati alla distruzione del paese voluta da Federico II in seguito alla congiura di Capaccio.
Un inciso.

La presenza dell’ antico sito a tre chilometri dall’attuale centro urbano ha dettato la toponomastica medioevale del nuovo aggregato. Infatti “dentro la terra” è ancora chiamata la parte più antica con i ruderi di un Castello Normanno e la chiesa di S.Maria Maggiore; di contro “sopra la terra” è indicata la parte nuova di S.Angelo a Fasanella.
Un paese, rinato nel Medioevo con vari punti di forza, non ultima una posizione meglio difendibile e non soggetta alle piene dei fiumi che, da che mondo è mondo, hanno decretato la nascita e la morte delle aggregazioni umane.

One thought on “L’antico Phasis

  1. L’ha ribloggato su Alchimiee ha commentato:

    Sant’Angelo a Fasanella (Sa) è uno di quei borghi del Cilento che considero tra i più seducenti : qua storia e leggenda si mescolano.
    Come riprova un mio breve servizio giornalistico di qualche anno fa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...