Il mio “tour” d’arte

Tra 24 ore saremo a due passi da Assisi.

Il programma di massima, corroborato da qualche telefonata alle IAT, è pronto. Sto cercando di ottimizzare il tempo senza corse e senza sbavature di rilievo. Accanto a Spello, Bevagna, Montefalco, Foligno non può mancare Perugia alla quale dedicheremo almeno una giornata. E gironzolando nel web alla ricerca di dati, ho scoperto angoli della città cui si associa l’arte di Pietro Vannucci.

02

Conto di visitare il Duomo e lo scrigno di bellezze posto nel Palazzo dei Priori.

Mi ritroverò davanti ai capolavori del Maestro di San Francesco, Arnolfo di Cambio, di Nicola e Giovanni Pisano, Duccio di Buoninsegna, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Benozzo Gozzoli, Piero della Francesca, Agostino di Duccio, Francesco di Giorgio Martini, un cospicuo nucleo di dipinti di Pietro Vannucci, detto il Perugino, oltre alle opere di Pintoricchio, Orazio Gentileschi, Pietro da Cortona,Valentin de Boulogne, Sebastiano Conca, Pierre Subleyras, Jean Baptiste Wicar.

Un piccolo cammeo sarà, nella visita, la Sala dell’Orologio.

20554774739_11f9a4b5c3_b.jpg

“Inserito nella torre campanaria del palazzo,l’antico e raccolto ambiente con volte a crociera prende nome dalla suggestiva trasparenza del quadrante dell’orologio pubblico che dal 1867 scandisce, con puntuale e ritmica cadenza, la vita degli abitanti della città. Nella prima metà del secolo XVI, data la contiguità con il refettorio,  fu sede degli “spenditori”, incaricati degli acquisti per la mensa dei priori. Tale utilizzazione è attestata dalle decorazioni araldiche presenti sulla volta e rinvenute durante l’ultimo restauro”.

5 thoughts on “Il mio “tour” d’arte

  1. a parte quegli autori unici e meravigliosi che citi e sono buona parte del primo vanto della nostra grande Italia, l’ultima parte del post mi fa riflettere diversamente: quindi i priori non avevano il permesso di contrattare gli acquisti per ciò che a loro bisognava, o perlomeno veniva loro pacatamente consigliato di avvelersi di aiuti ‘terreni’ quali quelli degli intermediari spenditori… chissà…

  2. Cari amici, quest’opera di Pinturicchio l’ho vista alla Galleria Umbra e l’ho seguita pezzo pezzo grazie ad un supporto tecnico di guida. La predella è un giallo che ha necessitano di essere dipanato. Se avrò tempo nei prossimi giorni ve lo spiegherò! Ciaoo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...