L’Eros in Lucania

C’è sempre una prima volta anche per Eros, divinità sufficientemente nota sebbene male interpretata da tanti,oggi.

Nelle sale dei Musei archeologici nazionali di Matera, Metaponto e Melfi vengono evidenziati molti aspetti di uno dei più potenti fra gli dei dell’antica Grecia  in un unico percorso che, attraverso una serie di opere che abbracciano un arco cronologico compreso tra il VI e il III secolo a.C., permette di indagare a fondo i simboli e i gesti legati ai temi del corteggiamento, della seduzione e del matrimonio nel mondo greco, magnogreco e indigeno.

Io ho sfiorata la Mostra dedicata ad Eros, sfiancata da una visita alla città dei Sassi condotta con scrupolo. Per inciso il nucleo storico del Museo di Matera occupa quello che fu il convento delle Clarisse, eretto a fine ‘600.

Qui per ulteriori notizie sulla Mostra “Lo sguardo di Eros. Gesti, simboli e immagini della seduzione tra Grecia e Magna Grecia”. Qui per dare un’occhiata ai Musei lucani.

One thought on “L’Eros in Lucania

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...