La maschera e il senso

La radio sa stupire ancora e , a mio avviso, ha recuperato terreno grazie al web e alla modalità di podcasting.

Ne “Il trucco e l’anima”, trasmissione di Radio Uno a cura della Redazione Cultura e Spettacoli, i contenuti possono appassionare e non solo i cultori del cinema e del teatro.

Il Trucco (la maschera, la metafora) che rivela l’Anima (il senso, l’ispirazione). Come in un domino, un percorso di parole e suoni semplice ma imprevedibile, per raccontare da un evento all’altro arte, cinema, teatro, musica, libri…

Nella puntata del 23 scorso si ascolta Robert De Niro in Italia e… in italiano. Il divo a Roma per le riprese della commedia di Veronesi “Manuale d’amore 3”, dove lo sentiremo recitare nella lingua delle sue origini. Lo ha incontrato Baba Richerme.
Antonio D’Olivo parla con Piero Citati del suo ultimo libro, che lo scrittore ha dedicato al sommo poeta Leopardi.
La prima grande mostra italiana di un classico della pittura, Jean Siméon Chardin, raccontata da Laura Gabbiano. Carlotta Tedeschi ci parla di una avventura musicale che arriva in Italia: Sting suona con la Royal Philarmonica di Londra, rivisitando in veste classica la musica dei Police.
Ospite in diretta il critico letterario Andrea Cortellessa, che pone la questione : quali saranno i classici di domani, dato il sistema culturale attuale?

Su Rai Premium

Cartagena 1879.

Florentino Ariza è un giovane poeta che lavora come telegrafista per Lotario Thurgot ; questi lo incarica di consegnare un telegramma alla famiglia Daza, appena arrivata in città.

Una volta arrivato alla residenza della famiglia Daza, Florentino, incrocia lo sguardo con la bella Fermina e scocca il dardo di Cupido. Il ragazzo nomina la ragazza la sua “Dea Incoronata”, ed estasiato dalla passione, inizia un rapporto epistolare con Fermina, che man mano sembra ricambiare i suoi sentimenti.

Ma quando il padre di Fermina, Lorenzo Daza, scopre le loro lettere, decide di dividerli..

Domani alle 21 Rai Premium manda in onda la trascrizione cinematografica del noto romanzo di G.Garcia Marquez con l’interpretazione di Giovanna Mezzogiorno e  Javier Bardem.

Vediamo quanto si discosta il secondo dall’originale?

Bellezza

Mi costringono alla latitanza il trasloco in atto e gravi problemi di salute degli anziani di casa.

Pare un complotto per destabilizzare un essere umano, ma non lo è: un tempo l’uomo non superava i 60 anni e tante patologie erano ignote. Ora siamo nella cacca fino al collo, oppressi dagli anziani che urlano e lo Stato che si limita a dare alle famiglie solo quattro soldi.

In queste condizione di abbrutimento solo la poesia e la bellezza salvano.

Ecco, perciò, un paio di link, questo e questo. Li copio sfacciatamente dal blog di Marcello.

Muovendo il mouse si ingrandisce e si fa ruotare il tutto…

Appello di “ArtNews”

Dobbiamo rassegnarci allo sciacallaggio come popolo?

Non abbiamo altri contenuti condivisibili se non organizzare “gite” macabre nei luoghi della morte di Sarah? Meno male che le Istituzioni hanno provveduto così.

Sono sconcertata.

Siamo al degrado grazie alla Tv SPAZZATURA, Istituzioni colluse e compagnia cantando.

Abbiamo speranze? Beh, dobbiamo rimboccarci le maniche.

Eppure di storie noir ne abbiamo tante a cominciare dalla storia dell’Arte: ma non interessano proprio nessuno?

La nostra rubrica Noir vi presenta oggi una storia d`amore e morte nella Parigi di inizio Novecento.

Si chiamava Amedeo Modigliani, la sua vita fu sempre in bilico tra fama e povertà, funestata dal dolore e dalle malattie.

Il nostro inviato speciale Demetrio Paparoni ci conduce a Milano, ad un mostra dedicata a Salvador Dalì che fu in vita fin troppo attento al successo e alla sua immagine, al punto da arrivare a recitare il ruolo dell’ artista sregolato e stravagante.

Consiglio per gli acquisti.

Vale la pena visionare la puntata di “ArtNews” per questi contenuti che ho voluto evidenziare.

Ma non solo per essi.

Sarebbe utile vederla per capire quanto sta accadendo di grave a scapito dei Beni Culturali in un paese che vanta il maggior  numero di siti al mondo.

L’ANCI progetta una serrata per sensibilizzare ( o svegliare , ndr) l’opinione pubblica dal torpore del gossip. Ma, innanzitutto, dare un segnale ai politici.

E’ una chiamata culturale alle armi. I Paesi in via di sviluppo investono nei Beni Culturali.

Noi li penalizziamo.

Vale la pena rispondere all’appello di Maria Paola Orlandini.

“Montagne”,Rai Due

Mezz’ora di gite, inchieste, conversazioni per chi in montagna ci sta tutto l’anno, per chi la ama, per chi la sfida.

Montagne è una trasmissione della TGR in collaborazione con la regione Piemonte, realizzata nel nuovo studio virtuale TV 7 del centro di produzione RAI di Torino.

Così recita il suo sito: oggi, per il secondo venerdì, la trasmissione “Montagne” su Rai Due è tornata in onda.

E’ cambiata l’ impostazione, è mutata la conduzione e perfino la scenografia  in studio. La preferivo meno tecnologica. Quella dello scorso anno, con l’immancabile Luca Mercalli alla fine, era più a misura d’uomo, ma si sa, bisogna adeguarsi…costi quel che costi!


Fai ..da me!

A pochi giorni dall’assassinio del sindaco pescatore di Pollica, contattai il FAI per dare la mia disponibilità.

Dopo un mese sono stata contattata dalla signora Susy Camera D’Afflitto, delegata per Salerno e provincia.
Domenica c’è un evento a Buccino (Sa), ma non potrò partecipare tutta la giornata.

Magari ci faccio un salto.

Intraprendendo una strada nuova, cerco di voltare pagina…