La Siviglia di Las Dueñas

Questa dimora nobiliare si erge a Siviglia e vanta una particolarità: nel luglio del 1875 vi nacque Antonio Cipriano José María y Francisco de Santa Ana ,uno dei massimi poeti spagnoli.

Approdo alla storia grazie all’ascolto di una trasmissione radiofonica molto ben condotta da Marina Cepeda Fuentes.

Affascinata da questa voce con accento spagnolo evidente, mi informo sul palazzo e scopro dettagli molto stimolanti..

Il padre del Nostro poeta si dilettava negli studi del folklore, ma lasciò la famiglia in precarie condizioni economiche; eppure il figlio trascorse la giovinezza in ambienti teatrali (recitò anche) e letterari, nei caffè frequentati da Miguel de Unamuno, Ramón María del Valle-Inclán, Francisco Villaespesa e poi da Juan Ramón Jiménez e Ramón Pérez de Ayala.

 “Las Dueñas” è preceduta da un bel giardino ed è realizzata in una combinazione armonica di stili dal gotico mudèjar al rinascimentale al barocco.

In un angolo si legge questa targa a ricordo del celeberrimo poeta.

Indovina indovinello

Rilancio il gioco che mi pare sia giunto gradito ( Dio solo sa quanto abbiamo bisogno di leggerezza).

Indovina indovinello cos’ è: Lavora d’ago sino a mezzanotte per aggiustare la mutande rotte ??

Per il vincitore una immagine in tema.

Enigmistica mon amour

Ho ascoltato questa trasmissione e questa puntata in dettaglio.

Essa è dedicata ai giochi di parole e alla enigmistica; c’è una differenza tra esse e viene spiegato ben bene.

Durante l’ascolto ci si inoltra nel tema grazie ad un maestro della materia, alias il professor G. Aldo Rossi, con il quale si scoprono le radici storiche del gioco degli enigmi. 

Successivamente interviene Stefano Bartezzaghi,  docente di Semiotica dell’enigma presso lo Iulm di Milano e figlio d’arte ( il padre Piero  fu un grande creativo nel settore dell’enigmistica “classica”, come autore di giochi crittografici e poetici con lo pseudonimo di Zanzibar.

I suoi componimenti enigmistici in versi sono stati raccolti in un libro, Quello che volevo, stampato a cura della sua famiglia)

Ma la puntata della trasmissione radiofonica  si fa ricca anche per la presenza di Francesca Dragotto.

Ricercatore nel settore Glottologia e Linguistica Università di Roma “Tor Vergata”, scopriamo come l’enigmistica ha cambiato la nostra lingua e se ci aiuta a conoscerla meglio.

E ora un indovinello.

Cos’è  un noto quotidiano di gran formato ?? Il PANE , la soluzione l’ha fornita Cica! Complimentissimiiii 

Per le piccole vittime

Come mamma mi sento molto coinvolta dai segnali allarmanti che stiamo ricevendo e relativi alle morti assurde avvenute in circostanze ben precise, secondo un canone preciso e per motivi che devono essere vagliati con estrema attenzione.

La psichiatria si è pronunciata così

Ma io desidero dedicare un momento di silenzio e di riflessione per i bambini dimenticati in macchina…morti per questo, per quelli che ci riportano i Tg e per le tante piccole morti delle quali non sapremo mai nulla.

L’ultima tragica vicenda si è consumata nella provincia di Perugia: Jacopo aveva 11 mesi.