“Volevo solo vivere, treno 8017 l’ultima fermata”

Una tragedia dimenticata sta per venire alla luce  sul grande schermo.

Siamo solo ai primi ciak di “Volevo solo vivere, treno 8017 l’ultima fermata”, ma il film non tarderà a raggiungere le sale.  

E’ l’incidente di Balvano dove persero la vita tra i 400 e i 600 clandestini. 

Siamo nel marzo del 1944. Questo incidente narrato dal film scrisse la pagina più grave , in quanto tragedia ferroviaria per numero di vittime, della storia d’Italia.

Il disastro di Balvano (Av) nella Galleria delle Armi non dirà nulla ai più: troppi anni son passati e troppa informazione sotto ponti, informazione che, poi, si irrancidisce presto secondo la regola del circo mediatico.

Ma dopo una guerra che coinvolge il mondo disastrosamente quale altro dramma può mai trovare spazio nella mente del mondo occidentale?

Prima tragedia delle ferrovie italiane, l’accadimento vide coinvolto un convoglio adibito a legname. Napoli destinazione Potenza. Per la storia del disastro rimando a questo link  questo link.

Per il film rimando qui.

One thought on ““Volevo solo vivere, treno 8017 l’ultima fermata”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...