B come briganti

Mi sto occupando del fenomeno dei briganti soprattutto in seguito al film “Non è più tempo di martiri al quale ho dedicato un paio di articoli e una puntata del mio programma televisivo “Itineraria, viaggio nelle terre del Sud”.

Quante fesserie si tramandano come fossero dogmi di fede. Si è abusato della  parola come capita a tanti termini. E si son sparpagliati stereotipi dei quali si nutrono in tanti.

Mentre faccio una sintesi lascio il link  dell’Inno del quale riporto solo l’incipit in dialetto.

Briganti se More
Amme pusate chitarre e tammure
pecchè sta musica s’ha da cagnà
simme brigant’ e facimme paura
e ca sch’uppetta vulimme cantà
e ca sch’uppetta vulimme cantà
E mo cantam’ ‘sta nova canzone
tutta la gente se l’ha da ‘mparà
nun ce ne fott’ do’ re burbone
a terra è a nosta e nun s’ha da tuccà
a terra è a nosta e nun s’ha da tuccà.


Annunci

12 pensieri riguardo “B come briganti

  1. sono della basilicata e questa canzone ce l’hanno insegnata alle scuole elementari! XD è un peccato che non si conosca molto in italia il fenomeno stesso dei briganti come la canzone ovviamente! XD

    1. Ottimo mettere su carta quanto ci è appartenuto non fosse altro che per motivi geografici.
      Ti lascio il link di uno dei miei tanti montaggi: è dedicato alla tua terra..

      1. Grazie, vado subito a guardarlo. Nel mio caso il brigante, visto nella sua accezione positiva, sarà l’alter ego della protagonista e la aiuterà, per così dire, a ribellarsi alle ingiustizie.

      2. Grazie, vado subito a guardarlo. 😊 Rispetto al mio racconto, il brigante è visto nella sua accezione positiva ovvero come colui in grado di ribellarsi alle ingiustizie. Musolino, dall’Aspromonte al carcere e al manicomio, si presta a diventare l’alter – ego della protagonista.

        1. E’ giusto contestualizzare, Marinella e sfuggire dagli stereotipi.
          Non credo che sia esistito un altro fenomeno più soggetto a banalizzazioni con quello del brigantaggio.
          Ma con quale editore lo pubblichi?
          Io ho un libro su questo territorio, ma in digitale dopo un paio di disavventure con editori off line.

        2. Ho visto il video e naturalmente mi sono commossa dato che appartengo al popolo dei migranti!
          Qual è il titolo del tuo libro? Lo leggerei volentieri. Attualmente non ho nessuna CE anche perché è raro trovarne una che non chieda investimenti economici. Ho già pubblicato in maniera indipendente e credo che continuerò a farlo. Mi scuso per eventuali errori ma sto scrivendo dal cellulare.

        3. Se ti “accontenti£ del digitale pupi contattare la mia stessa casa editrice.
          Il mio breve saggio ( che oggi riscriverei perchè non mi ritrovo più in quella scrittura e che dovrebbe contenere addirittura link che son
          scaduti) lo trovi qui..

        4. Lo cercherò di sicuro. La scrittura cambia e si evolve come la mente, l’anima e la mano di chi la realizza. Buona Pasqua, sono contenta di averti conosciuta. (Mi sono permessa di condividere il tuo video su FB 😍)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...