Il giorno della libertà

Breve post autoreferenziale.

efgxs7Stamattina il grande giorno della liberazione: mi sono tolta il gesso.

Confermo la buona impressione che mi ha fatto l’ospedale che, Dio non voglia, è a rischio di chiusura di nuovo.
Non ho ancora ripreso la normale funzionalità, come si può intuire, e dovrò effettuare dieci sedute di fisioterapia.
Che bella sensazione potersi giovare di due mani per lavarsi, sbucciare una cipolla e mettere la tavola!!

W come Wiki

 

Immagine

Da un pò di giorni volevo dedicare un post a questo progetto che permette a tutti la partecipazione. Si tratta di un concorso fotografico che valorizza il patrimonio culturale italiano su Wikipedia.
“Wiki Loves Monuments” è un progetto che ha bisogno dell’aiuto di tutti! Non solo siamo alla ricerca di Monumenti da inserire nelle nostre liste e di fotografi che li riprendano, ma abbiamo bisogno di persone che abbiano voglia di rendere le descrizioni dei monumenti su Wikipedia sempre più belle e complete.

Grande novità in questi giorni, in casa Wikimedia: dalla Calabria è arrivata l’adesione di Cosenza, che partecipa per la prima volta quest’anno!
Per la gioia dei fotografi e degli appassionati di Wikipedia, il Comune ha “liberato” 8 monumenti
che si leggono qui.

Per essere informati sulle nostre ultime novità, potete seguire il nostro blog e tutte le notizie che pubblichiamo quotidianamente sui nostri Social Network.

Facebook: http://www.facebook.com/WikiLovesMonumentsItalia

Google plus: gplus.go/WikiLovesMonuments

Twitter: twitter.com/WikimediaItalia

Imm

Un Pinturicchio da vedere

Cosa si fa quando si han soldi, si è priore e si ha un pittore valente a disposizione?

Semplice, ci si fa affrescare la Cappella di famiglia.

La decorazione venne commissionata dal priore Troilo Baglioni, poi vescovo, e riporta la data 1501, indicata come termine dei lavori. L’impresa fu l’ultima commissione importante di Pinturicchio in Umbria, prima di partire per Roma e Siena”.
L’impresa, come di consueto per Pinturicchio, venne condotta con notevole rapidità grazie all’utilizzo di una ben organizzata bottega, con l’impiego di altri maestri che dipingevano su suo disegno.

Nella seconda metà del XVI secolo la cappella venne pavimentata con mattonelle in ceramica di Deruta.

Sleeping Lessons. Wincing The Night Away

Due volte niente.

C’è questa cosa che io me la sento tutta in pancia e che si muove come fosse viva.
Ci sono momenti in cui ho proprio bisogno di Silenzio, io. E devo andarmelo a cercare, ancora. Che a me piace il Silenzio e non vorrei cercarlo, ma devo. E proprio quando mi sembra d’averlo trovato e monto le orecchie al contrario per ascoltarlo bene, si dilegua e lascia spazio a cianfrusaglie che nemmeno fosse il letto di quando ero bambina. Dov’è il letto di quando ero bambina?
Quando sono in silenzio con te non mi sento mai a disagio, dici. E io penso che non ci si dovrebbe sentire a disagio, con il Silenzio. Che si dicono davvero un mucchio di cose, in Silenzio.
Che vorrei averci sul serio questa possibilità di chiudermi il Silenzio in una scatolina di latta e portarmela appresso, come con il profumo della propria terra…

View original post 44 altre parole

A spasso nel Tirolo

Immagine1

Mio figlio è in Tirolo con la moglie e mi incuriosisce con le foto che scatta; ieri si trovava in una località chiamata Umhausen.
A questo punto, sguinzagliata nel web l’ho cercata scoprendo varie cosucce.
Il comune di Umhausen è composto dalle frazioni Umhausen, Tumpen, Köfels, Farst, Niederthai e Östen. In tempi passati il paese rappresentava il centro per la coltivazione di lino mentre al giorno d’oggi è un’amata meta turistica per chi è alla ricerca di distensione.

La località vi offre alcune particolarità come per esempio lo smottamento del cosiddetto Köfel, del quale il gneiss ca. 8.000 anni a causa di pressione e calore è stato trasformato in un roccia con lucentezza vitrea, chiamato “Köfelsit”.

Per di più Umhausen era finito sui giornali negli anni ‘90 per la presenza di radon, un gas nobile naturale. Questo significa che in questa zona tutte le esigenze di una sorgente benefica per delle malattie reumatiche sono presenti. Nel 2012 i lavori per un centro di cura dovrebbero essere terminati.

Immagine

Ben due attrazioni notevoli vi aspettano nel territorio comunale ulteriormente alle bellissime case nel centro, colorate con preziosi affreschi: la cascata Stuibenfall ed il paese di Oetzi! La cascata Stuibenfall, con un’altezza di ben 159 metri, è la cascata più alta del Tirolo e precipita in basso con due flussi d’acqua. Tramite una via ferrata di media difficoltà si raggiungono varie piattaforme panoramiche, dove si gode una vista stupenda sulla valle e la cascata stessa.

Il paese di Oetzi è invece un museo all’aperto che venne inaugurato verso l’inizio del XXI secolo da un’associazione locale e mostra la vita quotidiana della preistoria nel periodo neolitico.

nell’assolato mormorio del grano

Leggere riflettere scrivere

troppo angusto lo spazio di manovra
nella sfinita assenza
di sostare
al tempo degli ulivi
senza che una parola
dia l’unzione
all’ingranaggio della fonazione

come intonati – a volte –
a una segreta assuefazione
rumori di preghiera
versi d’amore
e pena d’abbandono
e seduzione – sempre –
la passione
a trascinarsi – stracci alla deriva –
verso gli stessi dèi
che hanno lasciato il campo
increduli all’idea

e tuttavia alla morte
già digrigna i denti
– nell’assolato mormorio del grano

(pubblicata in Dentro spazi di raritàAntologia Nuovi Fermenti Poesia, 9, Fermenti editrice, 2015)

View original post