Vi presento il Cyr Alyntos

paese

Molti confondono Cilento con Salento, ma il primo è una subregione del salernitano, il secondo appartiene alla Puglia.

Desidero oggi far un pò di luce su quello che io considero il “mio” territorio di caccia.

Ve lo presento.

Cilento, ovvero una terra bagnata dal mare solcato dai Miti di Ulisse e di  Enea.

Una zolla di salernitano dove ho scelto di vivere, imparando che in questo notevole lacerto di Campania si deve assumere un atteggiamento “slow”.

Per vari motivi.

S.Rufo2

Innanzitutto la croce è costituita dalla sua pessima viabilità che risale al tempo dei Borbone.

Venire qua significa armarsi di pazienza: l’area divenuta Parco Nazionale è isolata da strade che, spesso, somigliano a interpoderali o a mulattiere che si insinuano come serpenti nelle sue viscere.viottolo3sacco

Niente paura: la foto a lato è appena un viottolo che accede ad una proprietà di mia suocera utilizzata per la legna.

Inoltre qua il tempo scorre diversamente: esso segue il ritmo delle stagioni e le attuali bizzarrìe  del meteo.

E se “la donna è mobile” come canta il Duca di Mantova ne “Il Rigoletto”, lo stesso vale per il tempo: nel Cilento esso scorre secondo parametri tutti suoi.

Ma inoltrarsi nel Cilento significa anche incontrare il  passato che si affaccia da ogni angolo con il suo dialetto, con le antiche cerimonie religiose e con la magia intatta  dei piccoli borghi, appollaiati sui crinali delle sue colline  come era d’uso nel Medioevo per difesa.

Castelli,  palazzi ducali, antiche dimore delle famiglie gentilizie, portali istoriati: anche questo è il Cilento.

StemmaDeSajis
Palazzo De Saijs a Sant’Angelo a Fasanella

Prendere o lasciare.

La sua storia è apparentemente solo minima, feriale, quasi domestica  come i piatti della cucina antica che continuano a profumare  i vicoli e le tavole.

Dai gesti dei suoi abitanti traspare, continuamente, un amore autentico per l’ ospitalità, a dispetto di un immaginario collettivo che ha visto, per molto tempo, la soglia della civiltà serrarsi ad  Eboli.

Il suo nome è in bilico tra  “Cyr Alyntos”, città che domina l’Alento, e  Cis Alentum  ,territorio al di qua del fiume Alento.

E’ dogma di fede che il  Cilento è in grado di esibire uno ( a molti ignoto) scrigno in quanto opere d’arte in chiese matrici, rocche, cappelle private, monasteri e castelli..  

Annunci

Un pensiero riguardo “Vi presento il Cyr Alyntos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...