L’acqua per Aliou Diouf

slide_482370_6609466_compressed

Stasera avrei voluto accennare a Luchino Visconti del quale ho appena fruito di un bel lavoro su RAI STORIA, divenuta una delle poche ancore di salvezza nella porcilaia dei palinsesti televisivi nostrani.

Ma una notizia appena letta mi ha distolto e mi urge evidenziarla qua.

Il pezzo dal quale traggo notizie è redatto da un collega, , direttore dell’Ufficio della Cooperazione italiana di Dakar.

In Senegal la battaglia per l’acqua ha segnato punti. E la cosa mi rende felice. Il futuro delle civiltà, come il passato, su giocherà TUTTO sull’acqua.

Ma com’è avvenuto questo piccolo miracolo, vi chiederete.

Bene, dal collega Procacci apprendo che da circa tre anni la Cooperazione italiana sostiene il ministero dell’Agricoltura senegalese con un finanziamento complessivo di circa 50 milioni di euro per la promozione dello sviluppo rurale e della sicurezza alimentare in sei regioni del paese.

Il nome di Aliou Diouf non vi dirà nulla.

Lui non compare nei Tg. Non è un uomo politico ma fa politica, non è un leader carismastico, ma fa tanto per la sua gente.

Lui è il presidente del gruppo di piccoli agricoltori del perimetro orticolo di Touba Toul, nella regione di Thiès, in Senegal.

slide_482370_6609470_compressed

Un esempio su tutti.
Nelle regioni di Thiès, Kaolack e Fatick sono stati creati grazie alla Cooperazione italiana 70 perimetri irrigui con sistema a goccia.
Avete idea di questo cosa comporti?
Esso consente di sostenere 70 gruppi di agricoltori e agricoltrici per un totale di 40 mila beneficiari.

Annunci

6 pensieri riguardo “L’acqua per Aliou Diouf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...