Vi presento Gebel elson

knxAurQ

Da tanto volevo accennare ad una realtà cilentana (SA) che non ha quasi mai avuto lo spazio meritato in una rubrica culturale televisiva.

Mi irrita che tutte le reti, nessuna esclusa, si soffermino sempre sugli stessi luoghi, prediligendo siti gettonati come la costiera amalfitana e penalizzando il resto.

Questo che il mio servizio giornalistico presenta, è la narrazione antropologica di un radicato sentimento religioso che attrae le popolazioni dalla  Campania, dalla Lucania e dalla Calabria. Il sito vanta una posizione da grande fratello e offre percorsi da trekking incantevoli.

La voce narrante partirà dalla città bella, Elea/Velia ( città dei filosofi Parmenide e Zenone), molto meno nota della vicina Paestum ( ma altrettanto meritevole di attenzioni) ed inoltra in un territorio che da millenni venera una icona orientale della Vergine su una montagna sacra anche ai saraceni.

Ma il “mio” Sud a chi può mai affidarsi oltre che al cielo : siamo abbandonati.

Annunci

4 thoughts on “Vi presento Gebel elson

  1. Incredibile come riti che risalgono a migliaia di anni fa arrivino ai giorni nostri.. Da notare poi alcune caratteristiche simili con altri culti in Italia meridionale: le melodie dei canti, la ritualità stessa del girare più volte attorno all’oggetto del culto stesso toccandolo..

    • Visto Donato…e noi che viaggiamo verso Marte misconosciamo un passato che ci ha generato e, magari, ce ne vergogniamo pure.
      Hai conoscenza tu di riti similari nel Sud?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...