Sorella morte?

vita
Alla fine di febbraio ho aderito ad una raccolta di firma promossa dalla Comunità di Sant’Egidio.
Per chi non la conoscesse rimando a questo link.

Ho grande stima per Andrea Riccardi, suo fondatore e per una realtà che ( come tante)  opera a favore del dialogo, della costruzione di ponti fra gli uomini e per difendere la vita.

Dopo la mia firma mi han contattato e mi han chiesto un articolo sulla pena di morte.

Agli inizi di marzo gliel’ho redatto.

I dati forniti da “Nessuno tocchi Caino” son esaustivi di una tendenza che, ci auguriamo, diminuisca fino a scomparire.

Il mio pezzo lo si può leggere qua.

Sconsiglio caldamente la lettura a chi ritiene necessario dare la morte ai propri simili.

Ne lascio solo l’incipit..

Oggi sembriamo tutti o quasi essere avvezzi alla morte e ai suoi corollari. Sembra esserci familiare. Addirittura nelle sale cinematografiche questo traguardo finale che tutti attende è celebrato da film dove sangue, crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre si susseguono senza soluzione di continuità.
In passato la morte veniva esorcizzata in vario modo insieme al malocchio. Al Sud come al Nord si mettevano e mettono in scena eventi che la pongono al centro ( o che sono votati,ndr)  per addomesticarla.

mappa-generale-luglio2012

Dati del 2012

Annunci

10 thoughts on “Sorella morte?

  1. Ho sempre pensato che la pena di morte non è altro che una forma di controllo sociale, se non addirittura una subdola forma di eugenetica aggressiva: non si seleziona la razza o la specie, si estirpano deliberatamente e in modo perverso i suoi elementi ritenuti meno utili. Del resto, se non ci fosse una concezione del genere, non mi spiegherei altrimenti il sadismo dell’iniezione letale o della sedia elettrica.

  2. Io sono favorevole alla pena di morte, in certi casi:credo che bisogni tutelare Abele e non Caino. Ci sono persone talmente perverse,sadiche e crudeli che non potranno mai essere recuperate. Anche perché tornerebbero subito a rifare quello che facevano prima. Faccio un esempio,il primo che mi viene in mente:Mario Alessi,il bastardo che ha ucciso il piccolo Tommaso a Parma una decina di anni fa.Un mostro che ha rapito un bambino piccolo,ammalato,portandolo via ai suoi genitori.E poi li ha ucciso a vangate perché piangeva! Ecco:per me una merda così non merita di vivere

    • E tu chi sei per decidere della vita e della morte, Indiana?
      Siamo Dio..insomma, questo è quanto stai testimoniando.
      Io son indignata, amareggiata, come giornalista leggo cose orrende, ma non mi ritengo Dio da poter decidere su un altro: se lui è un assassino lo diventa chiunque decide per la sua morte.
      Chiamasi vendetta.
      Null’altro

      • Come sai io non credo in Dio. Se c’è qualcuno o qualcuna di là,sua é la legge dell’aldilà.Ma mentre siamo in vita é nostra la responsabilità di tutelare i più deboli e indifesi. In Natura chi sbaglia paga.E spesso con la vita. E se eliminando un assassino si possono salvare vite che avrebbe ucciso,o violentato o comunque guastato una volta libero allora vale la pena sporcarsi le mani. Nessuno ha detto a certa gente di fare del male agli altri:é una loro libera scelta. Sanno che la dovranno pagare. Invece gli innocenti che subiscono violenza e vengono privati della vita non lo scelgono. Il marcio va tolto dalla società per il bene di tutti. E non è la legge di nessun Dio:é quella della Natura.

        • Indiana, mi pare infruttuoso risponderti.
          E’ evidente che siamo su due linee parallele che non si possono incontrare.
          Conosco quanto leggo da te e quando non concordo mi limito a saltare il post.
          Costruire è arduo. Distruggere facile e pure comodo.
          Meglio muri che ponti per molti.
          Io sono per i ponti,
          E’ questione di stile.
          Poi ognuno si regola secondo l’educazione ricevuta o la formazione.
          La polemica fine a se stessa non mi interessa; nè connota positivamente la persona.
          Buona giornata

  3. So che mi tirerò dietro l’ira collettiva ma sento la necessità di dire la mia … Desiderare la morte di un essere umano é qualcosa di terribile e disumano, qualcosa di cui nessuno potrebbe mai andar fiero, questo pensiero credo unisca tutti. Esiste, in ogni caso, un però che pesa come un macigno, una ferita che resta sempre aperta e urla non vendetta ma giustizia. Quanti torturatori, assassini del corpo o anche della sola anima hanno avuto modo di ripetere più volte lo stesso male? Pene poco severe e mai scontate fino alla fine? Forse … Ma se uccidi a 20 anni e a 30 sei fuori, se uccidi a 50 e a 60 ridevi il cielo oltre le grate, se sei un mostro hai modo di trovare nuova carne da macello. Taluni delitti, e lo dico con sofferenza, si interrompono solo con la fine della vita di chi li compie. Foffo e Prato meritano clemenza? Luca Varani non deve essere un nome senza anima, un involucro vuoto morto per saziare la follia di due persone senza Dio. Chi infligge morte e sputa sulla vita , non merita più di viverla. Perdonatemi …

  4. Ciao Marzia. Pienamente d’accordo ad essere contro la pena di morte, per i motivi espressi da te e non solo, e poi..e poi, la pena di morte NON E’ un DETERRENTE. E poi, il condannato e’ un CAPRO ESPIATORIO; in America, ad esempio, una esecuzione ogni ” tot” anni per un delitto di cui se ne commettono decine al giorno (e paga uno per tutti). Ciao.

    Marghian

    • Concordo in toto.
      Io mi ci ritrovo perchè ho redatto un pezzo che mi è stato chiesto e perchè è un tema per me molto delicato.
      Viviamo in un reale che preferisce la morte alla vita.
      Morte che prende vari volti: violenza, odio, sopraffazione.
      Ma pochi ne son coscienti.
      Chiamano GIUSTIZIA quello che è vendetta.
      Io credo che l’uomo del III millennio debba ritrovare la sua unità e riconoscere quella verticalità senza la quale non può esserci una vita piena.
      Ciao e grazie della attenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...