La comunicazione, questa sconosciuta

Immagine

Viviamo un momento turbolento e delicatissimo.

Personale e sociale.

Cerchiamo nei blog un balsamo per le paure, gli smarrimenti, le difficoltà, le solitudini, ma ci ricordiamo che questi spazi sono monopolio di un parola ridotta al minimo, impoverita? 

E, poi, desideriamo davvero comunicare, ossia costruire ponti?

Nei blog riversiamo di tutto e di più.

Ci pensiamo a quanto queste nostre parole siano scarnificate, non abbiano la corporeità, siano spesso effimere?? 

Le logorree che leggo, ahimè, in giro sono al servizio della paura, della insoddisfazione personale, della ricerca forsennata di un feed back…???
Io son un tecnico della comunicazione e della informazione e sto studiando le parole usate in alcuni blog.

 

37887

Confesso una cosa: leggere i ” lecca lecca in giro” mi avvilisce.

Evidenzio quanto Francesco ha vergato perchè mi interessa provocare un dibattito.

adoraincertablog

Dico e scrivo in continuazione che viviamo in un universo relazionale dove la comunicazione è un imperativo strutturale e strutturante. Senza comunicazione non siamo niente. E questo vale sia quando ci offriamo come riceventi che quando rivendichiamo per noi il ruolo di emittente. Questo blog è una delle innumerevoli dimostrazioni del teorema appena accennato.

View original post 451 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...