Silenzio, parla il Medioevo

1542-10-07-48-1501

Ritorno al mio primo amore, la valorizzazione e la divulgazione dei Beni Culturali, intesi in senso materiale ed immateriale.

Per inciso, forse non tutti sanno ( ed è bene che si sappia) che il dialetto napoletano è stato inserito dall’UNESCO nella lista dei patrimoni da tutelare. Secondo solo alla lingua italiana, il napoletano per l’UNESCO non è un dialetto ma una lingua.

“Sciovinismo” a parte, evidenzio quanto rimane ( a due passi dalla A3)  del Battistero di San Giovanni in Fonte nel Vallo di Diano (Sa) e del suo ruolo religioso e commerciale nell’antichità.SAN_GIOVANNI_IN_FONTE_14_sgf

Quando ne capii la valenza rimasi di stucco.

Ora il Battistero parla solo attraverso pochi resti.

Noi italiani siamo miopi, soprattutto al Sud. Ma perchè siamo tanto incapaci di capire quanto il passato ci appartenga, quanto esso sia dentro il nostro DNA.

E non impariamo manco dalla storia che pure ci potrebbe essere maestra.

Ignoriamo la massima di Arthur Schopenhauer sulla importanza del passato per progettare il futuro e vivere il presente.

Il Battistero in oggetto sembra una architettura fatiscente,  solo pietre: chi sospetterebbe che là vi si svolgeva una delle Fiere più importanti del Meridione medioevale?

Questo link rimanda alla sua decorazione pittorica.

In breve, è una realtà talmente suggestiva da venire utilizzata ( alla stregua dei poderosi Templi di Paestum) per le foto nuziali.

Quello che il mio servizio ha inteso portare alla luce è quanto resta di un antico edificio paleocristiano la cui importanza era talmente eclatante da venire menzionato da Cassiodoro nel “Viarum libri”.


,

Annunci

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Donato Capozzi ha detto:

    Ho solo un vago ricordo della gita alla certosa di Padula in prima o seconda Media… Sinceramente non ricordo nemmeno se abbiamo visitato il battistero menzionato nel tuo post perché sono passati tanti anni. Comunque sia quella è una zona piena di posti interessanti da vedere e rivedere, pertanto è giusto che se ne parli!

  2. Pietro Barnabe' ha detto:

    Bellissima costruzione, quelli che sembrano restauri, non ne pregiudicano il fascino.
    Grazie per aver condiviso il video.
    A presto

  3. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Marzia. Scusami, ti ho un po’ trascurata, nemmeno ti ho fatto gli auguri per Pasqua. trascorsa bene, sì? Non ho tempo di nulla, guarda. Con calma cercherò qualche tuo commento da me a cui devo ancora rispondere, e che ora non ricordo dove sta.
    “la valorizzazione e la divulgazione dei Beni Culturali, intesi in senso materiale ed immateriale”. Conoscerai senz’altro la legge Bottai, sulla valorizzazione e tutela dei beni culturali. A proposito di medioevo, sto leggendo “il nome della rosa”, dove delle cose vengono ben descritte, e spiegate. Ciao per ora, sono le 21 e 15 ed ancora devo farmi la cena (che brutto vivere da soli,,,ma, “pacienza”, diceva mio padre- forse pensava che la parola derivasse da “pace” 🙂 )

    Marghian

    1. marzia ha detto:

      Carissimo, si sentiva la tua mancanza…
      Sì credo di averti lasciato un commento, ma al momento son presa da due articoli e non ricordo dove.
      Il libro che ti sei scelto è nella mia lista da tempo; lo colloco tra i dieci libri imperdibili e da leggere.
      🙂

      Buonanotte

  4. MARGHIAN ha detto:

    Ciao Marzia. Non ti preoccupare, appena posso ( sono preso anche io, ma dalle contingenze- come te, come tutti del resto, non avere tempo e’ quasi un mal comune…-) lo cerco e ti rispondo in merito. Per adesso devo proprio limitarmi ad un “ciao”.
    Oggi in servizio ho letto un altro paio di pagine del romanzo di Eco, non sono mai stato un lettore, mi ci voglio quasi…”convertire”. Come mi documento? Riviste, articoli stringati, qualche pagina web. Una lettura rapida e non dispersiva. Lo so, non e’ la stessa cosa, me ne rendo conto. “Si fa’ quel che si puo'”. Ciao Marzia, a presto 🙂

    Marghan

  5. time2lifestyle ha detto:

    Cara Marzia, trovo arricchenti ed interessanti tutti i tuoi articoli, se ci fossero più persone di cultura come te, la tua Italia ritroverebbe il suo splendore.

    1. marzia ha detto:

      Mi fai arrossire Tiziana.
      Grazie
      Ritengo questa la mia missione e lavoro come i salmoni, controcorrente perchè quelle prostitute dei miei colleghi ricevono “ordini di scuderia” e scrivono quanto il loro direttore decide.
      Io sono un outsider e mi posso permettere questi lussi.
      Ti ringrazio per l’apprezzamento che mi incentiva a continuare

      1. time2lifestyle ha detto:

        Questo è uno dei lussi che il blog ci consente: scrivere sugli argomenti che ci stanno a cuore senza sottostare ad ordini superiori.
        😘

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...