L’ Al di là sta qua

pozzuoli_map

Munita di un appeal riconosciuto a livello mondiale, l’area Flegrea attira i turisti come le mosche per la ricchezza storica attestata da vari siti come si nota dalla mappa.

L’area “ballerina” ha ispirato nel passato e in tempi recenti artisti, scrittori e finanche cineasti.

Ho “rinfrescato” un vecchio post e lo ripropongo.
Totò rimane immortale e maestro, non solo con ‘A livella

Alchimie

06AdePIC

Pozzuoli è sinonimo di Ade, e non solo per l’odore mefitico cui il nome fa riferimento.
Presso Pozzuoli è anche il lago di Averno, luogo dal quale sia Enea che Ulisse scesero negli Inferi; una porta per l’Aldilà. Parola di Virgilio e di Omero!
Da che mondo è mondo Pozzuoli e l’Aldilà hanno, perciò, un rapporto stretto.

Altre località hanno tentato di strappare il primato alla cittadina, ma senza riuscirvi. Tuttavia, l’ultima scoperta archeologica sembra far tremare questi asserti.
Questo è l’incipit di un mio articolo.
Per continuarne la lettura invito a cliccarequi.

p.s. nemmeno il cinema seppe resistere al fascino della solfatara di Pozzuoli. Una scena centrare di “47 morto che parla” del 1950 il barone Antonio Peletti, al secolo Totò, tirchio notorio fu spaventato dai suoi concittadini: gli fanno credere di essere morto e di trovarsi nell’aldilà.

Roberto Rossellini ritornò nel luogo nel 1954 con “Viaggio…

View original post 3 altre parole

9 pensieri riguardo “L’ Al di là sta qua

      1. fiumi di approfondimenti, a cominciare dall’ambiguo mito della Sibilla…ricordi l’esergo che T:S: Eliot pone all’incipit de “La terra desolata”? SYbilla ti teleis? Apotanein thelo” (Sibilla cosa chiedi? Chiedo di morire” (Petronio, 48)…ah! Percorsi d’anime oscure in perenne ricerca della luce…Queste danzano sulle sponde dell’Averno…e così…così…. 🙂

        1. Sì rammento e dietro questo tuo commento son tentata di rileggere un Eliot che studiai per il quarto esame di inglese, ma che mi ha sconvolto..
          Quanto mi piacerebbe quanto scrivere un post con te sul tema..
          Magari in un’altra vita 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...