Volcei tra storia e tavola

Il gruppo che vedete esibirsi in costume romano lo abbiamo ripreso al coperto, grazie alla disponibilità di un noto albergo a 5 stelle di Paestum.

Il gruppo è nato a Villadose nel rodigino.

Eravamo tutti convenuti per la annuale Borsa internazionale del turismo archeologico.

Ma pioveva a dirotto e loro son state pure coraggiose con quelle temperature ad esibirsi in costumi leggeri per le nostre telecamere.

L’esibizione rientrava in un progetto filmico che poi è abortito. Con mio marito avevamo speranze di realizzare un cortometraggio se solo l’Amministrazione locale o la Pro Loco avessero mantenuto le promesse fatte.

Così non è stato.
Pensate che l’ex direttrice (Adele Lagi, ndr) dell’area archeologica ne era tanto innamorata da arrivare a cucinare per la Festa delle “Historiae Volceianae” di agosto.

Forse qualcuno tra voi avrà già sentito parlare di Volcei, l’attuale Buccino, e di questa rievocazione storica unica nel territorio..

Tuttavia ripropongo per tutti gli altri questo breve pezzo con annesso video.

Alchimie

Alla metà di agosto da diversi anni una località della provincia di Salerno offre uno scenario che unisce la suggestione del passato allo spettacolo.

Si tratta delle Historiae Volceianae ambientate nel Museo Archeologico Nazionale di Volcei e nel Parco archeologico urbano di Volcei ( la odierna Buccino)  in provincia di Salerno.
Partecipare significa scoprite il gusto della storia a Volcei.
Durante l’evento ci si inoltra nell’incantevole scenario dell’Antica Volcei , dove la Legio I Italica fa rivivere i fasti di questa splendida e antichissima città. Si può essere testimoni delle emozionanti vicende di Bruttia Crispina, sposa dell’imperatore Commodo e protagonisti del convivium, assaporando le antiche ricette della tavola di Apicio.
Tradizione e storia si incontrano in un percorso enogastronomico dove si gode gli antichi sapori di luculliani banchetti tra pietanze romane e piatti tipici locali.

View original post

3 pensieri riguardo “Volcei tra storia e tavola

    1. Caro Donato, quando al Sud non hai padrini nè padroni lo sai come va a finire..
      Abbiamo altri due film e una Banca ci aveva promesso un finanziamento..
      A gennaio doveva arrivare…
      L’altro film riguardava Salerno e la “Langobardia minor” ; l’addetto stampa del Governatore De Luca si è impegnato mesi fa a farci ottenere un contributo europeo ( anche perchè il sito longobardo salernitano è entrato nei siti progetti dall’UNESCO).
      Certe volte son così avvilita che vorrei emigrare: esisterà un paese dove il merito va avanti e non il clientelismo…e le mazzette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...