C’era una volta un castello

hp-940x444-castello_ingresso

Nel mio prossimo aggiornamento vorrei accennare ad un castello nel parmense che è diventato un Hotel.
Forse è l’unico modo per impedire che tanti palazzi e manieri vadano in rovina..non so..
Voi che ne pensate?

9 thoughts on “C’era una volta un castello

  1. Qualsiasi tipo di riutilizzo è meglio della rovina; penso anche che molte opere che sono state vendute, togliendole da depositi di chiese e musei, sono state salvate (visto le condizioni ambientali degli stessi) e prima o poi potrebbero riaccedere alla fruizione di massa;
    tuttavia, allo stato attuale, manca una consapevolezza dei metodi di conservazione che sarebbero da applicare anche nel riutilizzo. Sventrare e ricostruire gli interni di palazzi vecchi o antichi, spesso crea problemi di equilibrio strutturale, in quanto i nostri progettisti, fino ad ora, si sono ben fuardati dallo studio delle condizioni statiche. Non sempre i materiali utilizzati sono compatibili con quelli in opera.
    In parole povere, lo studio dei metodi di intervento, delle tecnologie, dei materiali, delle compatibilità ambientali, microclimatiche e luminosità, da adottare, è relativamente recente, è un percorso che si sta intraprendeno da qualche anno, e, purtroppo, ancora sconosciuto alla maggior parte degli attori del panorama edile nostrano.
    La valutazione, quindi, non può essere generale, ma da eseguire caso per caso.
    Buon fine settimana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...