La “mia” Certosa preferita

Dopo un post che ha puntato l’attenzione su uno stupendo Palazzo romano, per par condicio devo dedicarmi ad un ex monastero campano, luogo ora divenuto centro polifunzionale e realtà museale; esso è sito a mezz’ora di auto da casa mia.

13417653_10209920749522242_2958119894100170172_n
La “corte bassa” e la facciata della Certosa di Padula

” Felix coeli porta Anno Domini MCDDXXIII “ recita perentorio il suo cartiglio di pietra che nella foto risulta illeggibile.

La ricchezza di questo orgoglio campano è nei suoi numeri da maggiorata: cinquantaduemila metri quadri dei quali ben trentamila abitabili e coperti con trecentoventi stanze riscaldate da cento camini, cinquecento porte, e, poi, cinquecentocinquanta finestre, tredici cortili, cinquantadue scale e quarantuno fontane senza contare le ottantaquattro colonne, le seicentosettantadue metope.

La sua è una ricchezza accumulata nei secoli, grazie alle donazioni ripetute e cospicue ed al commercio cui erano dediti i monaci che avevano un porto loro addirittura sulle coste pugliesi.

Padula1

Tengo ad evidenziare che la valenza culturale ed artistica ( che è sotto l’occhio di tutti i visitatori)  è solo un aspetto del sito stupefacente, diventato negli ultimi anni meta crescente del turismo straniero.
Secondo me il ruolo maggiore ( misconosciuto ai più, ndr) di questa Certosa è di carattere sociale: il monastero dedicato a San Lorenzo ha dato nel tempo lavoro a tanta gente e a manovalanza qualificata.
Of course, io l’ho visitata varie volte la monumentale Certosa sita nel Comune di Padula che è facilmente raggiungibile grazie alla A3.

Il Coro

Paternità certa ( Tommaso Sanseverino, conte di Marsico e padrone di tutto il Vallo di Diano), la Certosa nasce piccola grazie ad una permuta  con un bene dell’Abbazia di Montervergine (Av) nel 1306. 

Ma non nasce per motivi religiosi: venne voluta in funzione politica filoangioina per contrastare il potere degli aragonesi.
La Certosa di S.Lorenzo domina fisicamente e idealmente tutto il Vallo di Diano, ex lago pleistocenico.
Nei secoli è cresciuta grazie alle donazioni, divenendo dopo la Reggia di Caserta, il complesso più monumentale del Sud.

13502141_10209920753482341_1235340472174133294_n
Portone principale

Della foto in alto desidero evidenziare un dato: l’ingresso è al di sotto del piano stradale perchè il luogo è stato soggetto alle piene del fiume Fabbricato e negli ultimi decenni era coperto da detriti che son stati rimossi.

Quanto ho digitato l’ho prelevato, riassumendo e risistemandolo, dal mio saggio in versione cartacea e da due anni pure digitale.

Non amo farmi pubblicità, ma questo mio saggio è frutto di venti anni di approfondimenti e di ricerche. Il “mio” territorio merita di essere conosciuto al di là degli stereotipi.

Per approfondire quest’area interna, lo stesso Cilento e pure  la fascinosa e articolata storia della Certosa vi rimando qui.

eRez@imperatore_IMMAGINI_COSA_FARE_Campania_1126161_Padula_Certosa_di_San_Lorenzo_certosa_di_san_lorenzo_5_jpg_cdb20c6a40ff14f6

 

Annunci

14 commenti Aggiungi il tuo

  1. indianalakota ha detto:

    Per me l’unica é la Certosa di Parma 😉 A ognuno la sua

    1. marzia ha detto:

      Of course…:)

  2. Donato Capozzi ha detto:

    Bellissima! L’ho visitata nel ’92 o ’93 credo…. Purtroppo non ricordo quasi più nulla e sicuramente tornerò ad ammirarla. Una domanda: da quanto tempo è diventata centro polifunzionale?

    1. marzia ha detto:

      E’ divenuta tale al termine dei lavori di restauro iniziati nel 1981.
      Vi si svolgono conferenze, mostre ect
      Dal 1998 è patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e dal 2014 fa parte dei beni gestiti dal Polo museale della Campania

      1. Donato Capozzi ha detto:

        Grazie! Devo tornare prima o poi.

  3. Culturefor ha detto:

    Quanti posti fantastici che mi stai facendo scoprire in queste ultime settimane!
    Grazie 🙂

    1. marzia ha detto:

      Ne son felice..tu ci conduci di città in città, di evento in evento!!

  4. Pietro Barnabe' ha detto:

    Dalle immagini è stupenda; hai ragione, è uno dei più importanti edifici sul territorio nazionale.
    Buona serata.

    1. marzia ha detto:

      Sì Pietro e se deciderai ti visitarla, conta pure su di me, of course.
      Buonanotte a te 🙂

      1. Pietro Barnabe' ha detto:

        Grazie, buona giornata 🙂

  5. saverio corigliano ha detto:

    noi in calabria ce ne abbiamo una certosa quella di serra sanbruno creata proprio da san bruno di colonia nell’anno 1000 circa .e stupenda ancora oggi ci vivono dei frati .

    1. marzia ha detto:

      Lo so signor Saverio..e presto le dedico un articolo.
      Ho usato, citandola, un paio delle sue foto e devo complimentarmi: son rimasta incantata da Seminara e dalla sua ricchezza a tal punto da doverle dedicare un breve apporto.

      1. saverio corigliano ha detto:

        La ringrazio molto del suo complimento sebbene la calabria è una regione da scoprire , c’è molta arte e cultura .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...