La Calabria di Seminara

Mantengo fede alla promessa fatta qui e accenno alla ricca Seminara in provincia di Reggio Calabria.

L’ho “incontrata” grazie alle foto di Saverio Corigliano.

13873060_1305577619459988_7803003909906319228_n

chiese ortodosse di Sant’Elia e San Filareto

Lo confesso: le sue foto mi hanno ammaliata.

Stregata da questa misconosciuta cittadina calabrese, mi son messa a cercare come un segugio, attività che mi da spesso buoni frutti.

Seminara, che si erge sul margine sud della Piana di Gioia Tauro, vanta una storia avvincente quanto ricca è la sua architettura religiosa: ben nove le chiese e son tante per una cittadina di meno di tremila abitanti.

Il borgo antico è adagiato nel verde degli ulivi. Al visitatore si rivela come un forziere, tante son le sue ricchezze.

Mai avrei immaginato di scoprire altra bellezza nel Sud che amo.

12472501_1305577629459987_986244421474855530_n

Quanto rimane è sfacciatamente medioevale, tuttavia la cittadina calabra venne fondata dalla popolazione di Tauriana in fuga dalla costa dopo la distruzione di quella città da parte dei pirati saraceni.

Il colle sul quale sorse Seminara venne fortificato con imponenti mura, roccaforti e torri di avvistamento.
Prima che qualcuno mi chieda di Tauriana lo spiego.
Si tratta di un’antica città brettia, che si trovava nella parte meridionale della Calabria. Le sue rovine sono state localizzate nel territorio di Palmi.

Detto questo aggiungo solo che, numerose chiese a parte, Seminara vanta anche una tradizione di ceramisti di prim’ordine.

ceramiche-seminara-stella-colorata

Inoltre, nell’ ordine: il borgo di Sant’Antonio, le antiche mura di cinta della città, l’Arco di Rosea, i ruderi dell’Ospedale ( pare che sia il più antico ospedale della Calabria), il Castello Mezzatesta ( 1600) e la fontana Rosella

E come se non  bastasse, pure un Palio. Non mi dilungo. 

Aggiungo un’altra foto di Saverio Corigliano e rimando qui, sperando di aver suscitato un minimo di interesse su una Calabria che non si aspetta di trovare.

Madonna dei poveri di Seminara.jpg

Santuario Madonna dei Poveri

11 thoughts on “La Calabria di Seminara

        • Beh, vivere qui ha i suoi vantaggi: non c’è da fare shopping, non ci son teatri ( sebbene certi personaggi pittoreschi uniti al gossip locale potrebbe colmare questa lacuna), niente cinema…ma tanta tranquillità e fresco.
          L’appartamento in basso ha mura tanto spesse che è vicino ad essere un frigorifero.
          Vivo in un lacerto di vecchio convento francescano ….non senti l’odore dell’incenso?
          aahhahahha

          Diciamo prima o dopo cena ti rileggo.
          Lo prometto sulle nottole

    • Ti riferisci al paese dove abbiamo scelto di vivere la nostra Terza età, credo..
      C’è quiete e silenzio, verdura a KM 0 che mi portano…c’è qualche svantaggio, ma io mi son ormai abituata e non saprei più vivere altrove.🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...