La “mia” Castellabate

Solo un accenno al paese natale di mio padre dove han ambientato quella castroneria di “Benvenuti al Sud”.

Va riscattato.

castellabate_1.jpg

A Castellabate ho vissuto momenti indimenticati e indimenticabili della mia adolescenza e della mia giovinezza.

Il borgo si avvolge  su se stesso come una chiocciola, ergendosi su di una collina.

Questa posizione da Grande Fratello gli permette di affacciarsi in vista del porto di San Marco di Castellabate, sul borgo di Santa Maria e sull’insenatura di Punta Tresino.

Una boccata di immagini della spiaggia nota come “Lago” .

Il borgo di Castellabate ( castello dell’abate) trae le sue origini da S.Costabile Gentilcore, IV abate del Monastero della SS. Trinità di Cava dei Tirreni (Sa), nato da nobili genitori.

La costruzione del castello del paese fu iniziata il 10 ottobre 1123.

L’ Abate Costabile lo volle per proteggere gli abitanti del borgo dalle incursioni saracene. La presenza di una fortezza ben costruita ed armata permise lo sviluppo di questa terra alquanto fertile e produttiva, divenuta la sede della Baronia Ecclesiastica della SS. Trinità di Cava dè Tirreni sita alle porte di Salerno.

Torno sul mare e su Punta Tresino per mostrare a chi passa un pò della storia dei Trezeni.

2 thoughts on “La “mia” Castellabate

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...