Omaggio all’Umbria

Mantengo fede alla promessa di dedicare un breve post ad un borgo umbro, regione colpita dal sisma e non solo in questo agosto.
Notarella autoreferenziale a margine.

Visitai parte della regione, cuore verde di Italia, anni ( e chili) fa con mio marito e il mio primo figlio.
Poi ci tornai, rimanendo affascinata da Bevagna e Montefalco.

Montone con i suoi 1.684 abitanti appartiene alla provincia di Perugia e si erge sulla parte più alta del colle che guarda alla confluenza del Tevere e del Carpina.

Siamo in Alta Valle del Tevere nelle vicinanze di Città di Castello e Umbertide.

Se potessi tornare in Umbria, visiteri non dico i ruderi della Rocca di Braccio ( con ex convento di Santa Caterina, oggi archivio storico comunale), ma almeno la Rocca d’Aries.

Ma del borgo di sfacciata origine medioevale desidero evidenziare una Festa che rievoca in questo giorni di agosto ( proprio nella suddetta Rocca, ndr) le gesta del Capitano di ventura Braccio Fortebracci: suo figlio Carlo donò alla città una spina della corona che trafisse il capo di N. S. Gesù Cristo.

Sappiamo quanto commercio si sia fatto ( e forse si faccia di reliquie) ma la cosa è carina…

Nella festa che dura diversi giorni son coinvolti tre rioni ( Porta del Borgo, Porta del Monte e Porta del Verziere, ndr) che si lanciano bandi di sfida e rappresentano scene di vita medioevale. E chi più ne ha più ne metta!

13310550_654564031363843_1572611441274728258_n.jpg

Annunci

6 commenti Aggiungi il tuo

  1. newwhitebear ha detto:

    l’Umbria è bellissima. Ricordo la mia andata a Città di Castello, quando abitavo a Cesena. Il tuo omaggio è speciale perché riesci a trasmettere la sensazione di un passato lontano che pare non essersi spento nel tempo.

    1. marzia ha detto:

      Ma non si è spento…per me..
      E nemmeno per i paesi che mantengono vive le tradizioni, che non rinnegano storia e identità.
      Il vero rischio è l’appiattimento culturale e l’asservimento a modelli a noi estranei.
      Grazie Gian Paolo e buona serata!

      1. newwhitebear ha detto:

        Ci sono molti borghi veramente deliziosi e purtroppo altri abbandonati.
        Serena serata

  2. tachimio ha detto:

    Tutta l’Umbria merita una visita, così come le Marche. Visitai entrambe in un giro straordinario toccando luoghi bellissimi, come Bevagna che anche te ha colpito, o la Valnerina. Apprezzo il tuo commento fatto a Gian Paolo e condivido. Un abbraccio. Isabella

    1. marzia ha detto:

      Ricambio l’abbraccio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...