Frutti antichi (1)

Un pò di giorni fa accennai all’attività creativa di due siciliane che trovavo geniale..

Una ricerca, la loro, una passione che trasuda dai gesti e dalla stessa loro scelta..

Ho rivolto loro qualche domanda, ecco cosa mi ha riposto Giulia Cancilla..
1) Come nasce l’idea di utilizzare semi e quanto altro per creare monili?
L’idea di utilizzare semi e/o frutti per creare gioielli nasce dall’interesse personale e dalla passione che ho sempre nutrito sin da piccola per la natura, la terra e i suoi prodotti. Questo interesse mi ha spinto all’osservazione diretta del mondo naturale, al voler trasmettere ad altri il ruolo che esso assume nella vita dell’ uomo. Inoltre l’idea nasce da una volontà personale di mettere alla prova le proprie capacità creative attraverso la realizzazione di piccoli oggetti, dove la precisione, la concentrazione e la manualità sono elementi fondamentali.
2) Quali semi vengono ritenuti più adatti?
Qualunque seme e/o frutto, se opportunamente trattato, è adatto ad essere lavorato per la realizzazione di gioielli e manufatti artigianali. Essi sono testimonianze tangibili delle innumerevoli ed incredibili strategie adattative di cui le piante, come tutti gli organismi viventi, sono capaci.
3) Cosa spinge a scegliere una varietà botanica invece di un’altra?
Nella scelta dei frutti e dei semi normalmente prediligiamo specie dotate di forte identità mediterranea e locale. Le specie autoctone della tradizione, testimoniano usi ed utilizzi, un tempo di importanza fondamentale per la sussistenza e la vita quotidiana di popolazioni che ancora non conoscevano l’agricoltura moderna e la produzione di tipo industriale.

Inoltre sono senz’altro le forme, i colori, i profumi ed ogni altra proprietà organolettica degli elementi stessi, che stimolando i miei sensi, mi guidano nella scelta di una varietà piuttosto che un altra, come ad esempio accade con le piante speziali e molte altre.
4) Qual è il seme più antico che è stato utilizzato?
Da un punto di vista evolutivo il frutto/seme più antico che abbiamo utilizzato è quello appartenente al genere Cedrus; una gimnosperma che, letteralmente significa “a seme nudo”. Le gimnosperme risalgono almeno a 300 milioni di anni fa, al carbonifero superiore, anteriori filogeneticamente alle più recenti piante a fiore.
5) Cosa significa utilizzare così creativamente prodotti della propria terra d’origine?
Indubbiamente il rapporto affettivo con la propria terra di origine rappresenta un elemento fondamentale di stimolo alla propria creatività, nonchè il desiderio di raccontare e valorizzare le caratteristiche etnobotaniche di piante indissolubilmente legate da tempi remoti al nostro territorio.

6) Le isole come Pantelleria hanno avuto o hanno un ruolo in questa attività?
Sicuramente avere avuto sin da piccola la possibilità di vivere a Pantelleria ha avuto un ruolo fondamentale per la mia crescita e soprattutto l’amore per l’ isola trasmessomi da mia madre. Il rapporto con la natura quasi incontaminata e per alcuni aspetti anche selvaggia ha negli anni accresciuto in me la consapevolezza della bellezza che la natura stessa ci regala.

Prendendo proprio spunto da alcuni giocattoli che inventavo utilizzando foglie, resine e semi dalla strana forma che stuzzicavano la mia fantasia , trovati nel bosco della montagna grande, è nata l’ idea successivamente di assemblare semi e frutti di antica tradizione creando monili da indossare esaltando in questo modo il concetto di arte insito nella natura stessa.

I cinòrrodi di rosa canina diventano orecchini che ci ricorda le mille proprietà nutrizionali di questa rosa selvatica, una nespola d’inverno al polso ci ricorda come un orologio il passaggio dalla stagione estiva a quella autunnale, così come una siliqua di carrubo diventa una collana dalla forma cangiante e sinuosa. 

Fine 1 parte

rosa_canina_2013.jpg
Cinòrrodi di rosa canina

Annunci

8 pensieri riguardo “Frutti antichi (1)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...