Pietre d’Abruzzo

Rocca Calascio.jpg

Le fortificazioni esercitano su di me un fascino incorruttibile.
Ignoravo l’esistenza di Rocca Calascio che si erge a pochi chilometri da L’Aquila..
Ho scoperto che si tratta di un borgo abitato sin da tempi antichissimi.
Lo testimoniato vari manufatti rinvenuti nel sito archeologico dei Grottoni.

IMG_0077.JPG

La rocca conserva ancora oggi tra le sue stradine un fascino arcaico.

risvegliblog

La torre castellata di Rocca Calascio domina a 1460 metri la valle del Tirino, la piana di Navelli e il borgo abbandonato. Antonio Piccolomini, conte di Celano e genero del re Ferdinando I d’Aragona, la portò alle dimensioni attuali, rafforzandone la funzione strategica che si prolungò almeno fino al secolo diciassettesimo.

La torre si pone come presidio militare lungo la via della lana quando a metà del quattrocento, Alfonso I d’Aragona introdusse la modernità lungo l’intero versante orientale del Regno di Napoli istituendo la “mena delle pecore in Puglia”. Quello che fino ad allora era il primordiale costume della transumanza venne razionalizzato in un sistema di tratturi, stazzi e pascoli al fine di integrare l’economia montana con quella della pianura e  di collegare, in questo modo, la montagna al  mare… “lascian gli stazzi e vanno verso il mare; scendono all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli sei monti.” (I Pastori. G. D’Annunzio).

IMG_0061-hp[1] Rocca…

View original post 33 altre parole

5 thoughts on “Pietre d’Abruzzo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...