Una Palermo ignota..

Palazzo.jpg

Le nostre regioni sanno offrire tanto in tema di arte e di cultura, di paesaggio e di tradizioni.
La Sicilia non è da meno.

Della bella Trinacria si conosce molto: i suoi biglietti da visita possono essere molteplici, molteplici quanto le peripezie che può affrontare in Italia un bene.
Il Palazzo della foto non fa accezione.
Dopo una nascita gloriosa e una maturità sorniona la magione, sede del Museo di Arte Contemporeanea della regione, ha vissuto momenti lunghi di abbandono e perfino di degrado.
Edificato a fine Settecento dai Principi Ventimiglia di Belmonte,il Palazzo costituisce un interessante esempio di residenza privata nobiliare che coniuga magnificenza tardo barocca a rigore neoclassico.

immagine

Se vi state chiedendo dove sorge, siete subito accontentati: a Palermo lungo l’antico Càssaro. Una parola la devo digitare relativamente a questa strada.

Filippo in un commento precisa e lo ringrazio.

Il nome Càssaro è sì di origine araba come avevo scritto, ma deriverebbe dalla parola “al-qasr” che significa “Il castello”. Essa infatti tracciava una linea retta che conduceva dal mare fino al palazzo dei sovrani “Il palazzo reale” e alla sua porta più nota della città “Porta Nuova”.

La strada venne tracciata con la creazione stessa della città da parte dei Fenici. La via, che risulta la principale del capoluogo palermitano (Francesco correggimi, se erro), tagliava in due parti l’agglomerato, collegando l’originario porto alla necropoli posta subito alle spalle della città. 

Il Palazzo sede del Museo Riso ( nel 1841 venne venduto al capitano marittimo Giovanni Riso) sorge di fronte alla sontuosa piazza Bologna su di un’ area di una precedente “casa grande” di proprietà della famiglia Afflitto.

E conobbe lavori di restyling, avviati nel 1777, per opera di Giuseppe Emanuele Ventimiglia, Principe di Belmonte. 

Direttore dei lavori ( terminarono nel 1784, ndr ) fu l’architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia, ovvero colui che incarnò il momento di passaggio tra il tardo barocco ed il neoclassicismo europeo in quanto cultura architettonica della Sicilia.

14 thoughts on “Una Palermo ignota..

  1. Solo una piccola precisazione. Il Càssaro prende il suo nome dalla parola “al-qasr” che significa “Il castello”. Essa infatti tracciava una linea retta che conduceva dal mare fino al palazzo dei sovrani “Il palazzo reale” e alla sua porta più nota della città “Porta Nuova”. Grazie per l’articolo.🙂

  2. Palermo è una di quelle città che sogno di visitare: ho amici palermitani che vivono nel mio stesso paese in provincia di Monza, un fidanzato siciliano, 7 anni di vacanze in Sicilia alle spalle…e ancora non ci sono stata!
    Per il momento continuo a sognare con il tuo articolo, ma spero di poter rimediare presto!

  3. Conosco per fama la città e pure la sua mitica pasticceria…e ti ringrazio perchè hai solleticato la mia curiosità e, presto, credo di dedicare a questa storica pasticceria un post.
    Buona serata!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...