Il “Codex Rotundus”

bebd047c58dced0961dca3189128b3ae.jpg

L’oggetto del post precedente, qui fotografato chiuso, è un libro di Ore, uno di quei “ninnoli” religiosi imprescindibili nelle comunità religiose e nelle famiglie abbienti che potevano sostenere l’onere di acquistarne un esemplare.
In dettaglio questo si chiama, come si può intuire, “Codex Rotundus” ed è stato redatto nel 1480 in latino e in francese..
Non se ne conosce l’autore, ma riporta ben 266 pagine con 30 dipinti.
Si conosce il luogo di redazione, Bruges.
Al momento è conservato nella Biblioteca della Cattedrale di Hildesheim in Germania. In barba ai suoi nove centimetri di diametro è riccamente illustrato per scandire le ore liturgiche ricorrenti nei diversi momenti dell’anno.

Codex-Rotundus.jpg

Annunci

17 pensieri riguardo “Il “Codex Rotundus”

        1. Credo anche io in questa funzione, ma in tanti ne fanno un uso prettamente narcisistico, legittimo, ma a me non gradito.
          Io amo scambiare idee e informazioni, riflessioni Lucia bella

        2. idee e info…sono d’accordo e sarei d’accordo anche circa le riflessioni e vorrei farlo e talvolta riesco…ma ho pudore…pudore….una cosa che non è di moda…ma io sono antica! 🙂 Buona serata amica mia!

        3. Il pudore è un connotato che io apprezzo in sommo grado..
          Magari ci fosse più pudore in giro sai quante castronerie sentiremmo e vedremmo in giro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...