Burattini del caso

Dopo molti anni ho voluto cavar fuori da un evento forte una creatura.

Mi è servito per capire cosa mi si interrotto dentro..

Mi serve per decantare l’ emozione..

 

Annunci

21 pensieri riguardo “Burattini del caso

        1. Temo la sofferenza non la morte…
          Se c’è lei noi non ci siamo, così rifletto.
          Temo il degrado nel quale siamo impantanati, ma poi mi accorgo che nei peggiori momenti sappiamo cavar fuori il meglio di noi…
          Ho voluto acquistare prodotti dalle aziende colpite dal terremoto e so che tanti si son mossi come me, consci che se non ci aiutiamo tra noi possiamo scordarci aiuto dai nostri “beneamati” amministratori.

          Grazie Franz…mi sei stato prezioso

  1. Ti ho già scritto da Dora.
    Oh, Marzia cara, spero non sia stato nulla di grave.
    Dammi notizie.
    Uno spavento ha fatto scaturire da te questa tua bella creatura.
    Ti abbraccio forte forte
    gb

    1. Grazie…ho bisogno di tempo per riprendermi.
      Paventavo da tanto un incidente, Gelso, conoscendo il dissesto stradale e il fango che si crea.
      Immaginavo che con quelle gomme saremmo state al sicuro…

      1. Purtroppo non siamo mai “al sicuro”, Marzia cara.
        Sì, serve tempo per riprendersi dallo spavento, dal trauma.
        – e si accorge quanto la vita può finire improvvisamente in un soffio
        Tu però sei riuscita con la poesia a evadere a trovare la Bellezza…
        Ti abbracci forte forte, mia cara.
        Con affetto
        gb
        Purtroppo chissà per quanto ancora ci sarà il dissesto stradale.

        1. Cara Gelso, il territorio dove ho scelto di vivere è figlio di un dio minore come molta parte del Sud.
          Mi son sempre adoperata per alleggerire i pessimismi , ma stasera son molto provata.
          Ho seguito il consiglio di Franz e ho scritto cosa mi angosciava…
          Buona notte con un mio abbraccio

        2. Lo so, cara.
          Io amo profondamente il sud di Italia e conosco la situazione.
          Ora sorridi pensando al tuo piccolino e a tutto l’amore, l’affetto che hai.
          Poco per volta passerà…
          Sì, scrivere fa bene. Alleggerisce l’angoscia. Franz ha ragione.
          Notte buona. Cerca di dormire.

          gb

        3. Sì, passerà…ora devo sciogliere questo nodo che mi fa avvertire inutile ogni sforzo, ogni programmazione, mi capisci vero?
          Un abraccio grato

      1. Guarda gli occhi di questi bimbi, Marzia cara.
        Sono colmi di gioia, di dolore, di solidarietà, di amore per il “diverso”, di speranza…
        Sono occhi di Bellezza.
        “…e la tua mano è nella mia”.
        Puoi cantare questa ninna nanna al tuo bellissimo piccolo.
        Ti abbraccio forte
        gb
        …e la mia mano stringe la tua, mia cara

  2. Risultato molto piacevole in conseguenza ad un episodio da non ripetere.
    Mi fa piacere che dall’incidente possa essersi aumentata la tua verve poetica: è una reazione ammirevole, congratulazioni.
    A presto

    1. Pietro, il dissesto viario non è una novità; la buonanima id mia suocera non voleva viaggiassimo con la pioggia ma come si fa?
      Mi son sforzata di cavar fuori qualcosa che andasse oltre la rabbia e la paura..
      Grazie Pietro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...