L’ enciclopedia scolpita nel marmo rosso di Verona

Visitai Parma anni fa, ma mi soffermai sulla Pilotta e sulla Cattedrale.
Potessi tornare indietro aggiungerei una attenzione al Battistero, che è ponte tra le architetture romanica e gotica.
Dell’edificio ottagonale potrei accennarvi, ma preferisco lasciare spazio ad uno spicchio del pezzo di Francesco Gallina, tra le altre cose autore di saggi accademici su letteratura, poesia, filosofia ed arti dello spettacolo.

Vi invito a leggere quanto questo giovane studioso spiega dei bassorilievi esterni.

“Il Battistero non è solo la sua cupola universalmente conosciuta, il suo altare, i catini, le nicchie, le lunette e i candidi altorilievi del ciclo dei mesi.

Il Battistero non è solo concentrato biblico, equilibrata miscela di romanico e gotico, prodotto di mirabile sincretismo giudaico-cristiano (persino buddista), ma anche una straordinaria enciclopedia scolpita nel marmo rosso di Verona.

Nello Zooforo gli animali fantastici ci appaiono in tutta la loro potenza espressiva. Ma che cos’è lo zooforo? Un cortometraggio – o meglio – una pellicola cinematografica ante litteram, costituita da formelle anziché da fotogrammi. Sono in tutto 75 bassorilievi e rappresentano animali. Fantastici e reali. Lo Zooforo è un bestiario all’aria aperta, una ‘chicca’ unica nel suo genere, da apprezzare in ogni sua linea, in ogni suo chiaroscuro”.

Annunci

Un pensiero riguardo “L’ enciclopedia scolpita nel marmo rosso di Verona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...