La vertigine della Bellezza

galleria-spada-11

Si era nel 1927 quando la Galleria Spada a Roma venne aperta alla fruizione. Il sito è ubicato al primo piano dell’ala seicentesca del Palazzo appartenuto al Cardinale Girolamo Capodiferro (1502-1559).

A partire dal 1548, questi lo aveva voluto far sorgere su edifici preesistenti ed appartenenti alla sua famiglia. Ad occuparsene fu l’architetto Bartolomeo Baronino (1511-1554) di Casale Monferrato, attivo nel vicino cantiere di Palazzo Farnese, a contatto con Antonio da Sangallo e la sua cerchia.

palazzo-spada

Nel secolo successivo la magione passò al cardinale Bernardino Spada che lo fece restaurare ed ampliare. L’incarico, manco a dirlo, fu affidato al Borromini che creò la celebre galleria prospettica, lunga appena 9 metri, ma percepita ben più profonda allo sguardo.

Il Genio tra i principali esponenti dell’architettura barocca volle un’illusione ottica a “trompe l’oeil” , ottenuta attraverso le colonne laterali che si rimpiccioliscono verso il fondo, al pavimento posto in lieve salita, alla volta in discesa e alle pareti convergenti.

1_z-20091218122123

All’interno del palazzo, oggi sede del Consiglio di Stato, si conservano arredi, mobili d’epoca, antiche sculture e dipinti appartenuti alla collezione privata del cardinale Bernardino Spada, opere di Guercino, Artemisia e Orazio Gentileschi, Guido Reni e molti altri artisti del seicento romano.

 

 

Annunci

9 thoughts on “La vertigine della Bellezza

    • Roberto, ho appena letto il tributo dedicato al geniale Luigi Tenco; ho fatto un giro nel vostro spazio e mi son apparsi articoli di qualità.
      Complimenti.
      Vi ho raggiunti tramite FB : sono Mariantonietta Sorrentino, giornalista.

      • Grazie mille, Mariantonietta. Le persone come te sono quelle che ci spingono sempre a dare il massimo e a continuare su questa strada. Complimenti anche per il tuo blog, fantastico!

        • Roberto dovete continuare: i contenuti di qualità depurano la blogsfera dalle tante castronerie che leggo o che sfioro.
          C’è un’etica nella scrittura sia essa off line che on line, ma in pochissimi la rispettano.
          Ho inserito il link tra i miei pochissimi.
          Pochi ma buoni blog da tenere sotto portata di mouse.

        • Grazie, grazie davvero per la fiducia e per il sostegno. Siamo dei giovani ragazzi e le parole di una professionista come te ci danno forza. Continuiamo a seguirci a vicenda. Grazie ancora, da ognuno di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...