Omaggio a Ferlinghetti

Ho appena terminato, nonostante gli occhi che lacrimano, un montaggio su una lirica, credo la più famosa di Lawrence Ferlinghetti, poeta studiato all’Università che apprezzo meglio ora a 62 anni. Il papà era emigrato negli States nel 1894 dalla provincia di Brescia.

Per la cronaca, la madre era di origini francesi, ebree sefardite e portoghesi.

E’ stato impegnativo anche più del montaggio sulla poesia di Dylan Thomas.

E’ stato il primo montaggio per il quale ho dovuto creare una premessa e presentare l’autore.

Annunci

12 pensieri riguardo “Omaggio a Ferlinghetti

    1. Meglio ricordarsi della gioventù che di questa epoca malsana.
      Si vede che vado facendomi vecchia..
      Ferlinghetti appartiene alla mia gioventù accademica, diciamo così, sebbene io lo stia apprezzando più ora…

  1. Ho come una bibbia la bellissima raccolta curata da Fernanda Pivano “poesia degli ultimi americani, edito da Feltrinelli: Corso, Ginsberg, Ferlinghetti…mi hai riaperto una frequentazione di bellezza. Grazie Marzia

  2. Io invece mi son imposta di ripescare autori studiati lungo una strada che nei miei anni verdi non mi suonava tanto…
    Era di moda, figuriamoci con Franco Moretti poi, applaudire ai geni suddetti.
    Non è il luogo deputato, questo, per avviare discorsi sulla “Beat generation”, ma ci tornerò con un post.
    Ringrazio io te per la bella attenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...