La Venezia di Chinà

Quanto ho letto da lei mi ha ispirato.

Ne è nata questa prima versione.

Annunci

20 thoughts on “La Venezia di Chinà

    • Gentilissimo LuxOr…
      Questa è stata una delle rare volte che mi son state fornite anche le immagini ..alcune delle quali, come avrai notato, ho utilizzato più volte trasformandole un pò grazie ai filtri.
      Buona domenica

        • Ti ringrazio LuxOr, ho fatto del mio meglio sebbene avrei voluto poter utilizzare foto più larghe.
          L’editor penalizza le foto, ma usare un programma professionale ( mio marito usa EDIUS) è dispendioso per me mentalmente, almeno in questi giorni invernali..

        • Tu vivi in Toscana, da quanto ho intuito. Ci son venuta, sai…
          Ho un collega della sede RAI di Firenze che ho frequentato.
          Vedi, LuxOr, con mio marito abbiamo lasciato la città sei anni fa per ritirarci in un paese sperduto del salernitano. Ci son nati i miei suoceri e abbiamo proprietà tali da poter aprire un B&B se solo qui si sapesse creare il supporto necessario ad una attività simile.
          Fino a due anni fa creavamo documentari e servizi giornalistici per il nostro format televisivo “Itineraria, viaggi nelle terre del Sud”, poi è arrivata la crisi ..
          Da poco mi son, per così dire, riciclata.
          E’ diventata una passione nuova che si va ad aggiungere alle altre.
          Rimango in un ambito mio, LuxOr,ma non devo spostarmi ( telecamera al seguito e microfono) con i costi che questo comporta…
          Il vantaggio di un paese simile è andando scemando dinnanzi al suo degrado e alla mia consapevolezza di essere venuta in una trappola..
          I montaggi mi aiutano nei lunghi pomeriggi invernali.
          Chiedo venia per la lungaggine..

        • Complimenti per la grande professionalità. Un peccato che in Italia (capita per quasi tutti i mestieri) non venga riconosciuta la notevole capacità di persone che hanno studiato e acquisito specializzazioni di alta qualità. Così si butta via il futuro del paese. Lavoro in un ambiente dove tanti ragazzi, con numerosi titoli di specializzazione post-laurea ed esperienza pluriennale, a 40 anni sono ancora precari, e di conseguenza alcuni di loro sono stati costretti a cercare lavoro in Gran Bretagna o Francia o Germania. Adesso sono consapevole di dialogare con una grande professionista. Provo un po’ di soggezione.

        • So che abbiamo tanta ricchezza culturale e che vi è stata e si riscontra ancora una emorragia costante delle nostre migliori menti.
          Son costernata.
          Come italiana e, lasciami dire, come meridionale son parecchio arrabbiata.
          Quanto spreco…
          I miei figli son ingegneri.
          Uno ha voluto, con la fatica che puoi immaginare, intraprendere la strada a Salerno della libera professione con un paio di colleghi e amici.
          Il secondo ( lo vedo 2 o 3 volte all’anno) ha scelto di emigrare al nord.
          Ora lavora in Veneto come ing.gestionale alla De Longhi ma sai quanto mi costa tenerlo lontano? Non poterlo riabbracciare nè festeggiare con lui?
          Io son stata “punita” come tante donne e sai perchè: ho scelto nel 1976 la famiglia rispetto al lavoro.
          Non ti ho parlato di me per indurti a soggezioni.
          Conoscerai di certo Marco Hagge..Claudio Francini, direttore della fotografia alla sede Rai di Firenze dopo il pensionamento di Giancarlo Dreoni.
          Sono consulente di Marco per il territorio.
          Abbiamo realizzato insieme 18 servizi qui; 3 son stati premiati.
          Qualora non ti annoiasse ti darei un paio di link.
          Chiedo venia per la lungaggine

        • Certo che conosco (non personalmente) Marco Hagge. Ancora complimenti. Con i tuoi link non mi annoierò di sicuro e sono molto interessato a ciò che scrivi. Anzi, sono lusingato dalle tue confidenze, lusingato e molto curioso.

  1. @LuxOr

    Qui trovi un compendio…e, nel caso non conoscessi la mia città natale, puoi fare la sua conoscenza. Marco è un professionista di prim’ordine.
    Martedì grasso di certo sarà ancora a Viareggio con Monechi.

    • Un video stupendo. Belle immagini e bravissimo Hagge a “raccontare” la storia. Mi ricordo di queste trasmissioni che anni fa seguivo. Adesso purtroppo non seguo più e me ne rammarico. Ancora complimenti Marzia e grazie per avermi dato la possibilità di conoscere la bellissima Salerno attraverso la storia dei Longobardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...