Omaggio a Sbarbaro

Qualche rigo su questa lirica e questo poeta, assai poco valutato.
La lirica di Camillo Sbarbaro appartiene alla raccolta ‘Pianissimo’, uno dei libri di versi più rilevanti del nostro ‘900. Eppure quando uscì nelle edizioni de ‘La Voce’ passò quasi inosservato.

G.Boine, uno dei primi recensori di Sbarbaro, definì la sua opera come ‘una delle poesie su cui i letterati non possono dissertare a lungo….una di quelle poesie che a capirle basta il cuore e l’aver vissuto’.
L’autobiografismo e l’antiletterarietà son le caratteristiche della poesia di Sbarbaro.
Una strategia ‘riduttiva’ quella rivelata dalla raccolta ‘Pianissimo’ .
Essa coniuga due istanze : una forte tensione etica , e una intensa coscienza della perdita di funzione e di prestigio sociale e culturale della poesia .

La condizione del poeta è palese: un doloroso isolamento dal reale.
I suoi simili gli sono estranei.
La città, teatro cupo e festante, segna il passaggio degli uomini dal nulla ad un altro nulla.
Nelle scene urbane dell’autore è forte l’eco della Parigi di Baudelaire.

Annunci

11 pensieri su “Omaggio a Sbarbaro

    1. Sì, Sbarbaro fa questo effetto.
      Vedi Titti questa è Poesia.
      Molti si credono poeti, magari danno solo espressione a sentimenti e/o emozioni, ma la Poesia è altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...