All’Avellana tra i libri emigranti

Rilancio un post vecchio solo di un anno.
Vi son luoghi che non cessano di esercitare su di me un fascino ineludibile.

Alchimie

Come anticipato, eccovi un video e un cenno sul Monastero di Fonte Avellana, situato nel comune di Serra Sant’Abbondio, nella provincia di Pesaro e Urbino. Sorge alle pendici boscose del monte Catria (1701 m.) a 700 metri sul livello del mare, l’eremo dalle antiche origini.

Data di nascita: fine del X secolo ( in dettaglio intorno al 980, ndr) ovvero quando alcuni eremiti scelsero di costruire le prime celle di un eremo.

La spiritualità di questi eremiti fu influenzata da San Romualdo di Ravenna, padre della Congregazione benedettina camaldolese. 

Segnalo uno dei gioielli del sito: la biblioteca.

rs_1310810998.jpg

A volerla fu, nel 1733, l’Abate D. Giacinto Boni di Forlì, grande amante delle scienze e delle lettere.
La biblioteca ha una particolarità: i suoi libri emigrarono.

Per ben due volte i suoi scaffali di noce nel corso del sec. XIX rimasero vuoti.

Fu nel 1811, ossia con la Soppressione napoleonica che…

View original post 91 altre parole

Annunci

7 pensieri su “All’Avellana tra i libri emigranti

        1. Eppure siamo un popolo che non legge abbastanza, Titti..
          Ed è triste vedere quanto, di contro, scrivono rispetto e quanti leggono…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...