Arte In Viaggio – La Primavera

Tempo fa Martina mi ha coinvolta in questa esperienza creativa.
Ora ha pubblicato anche il mio apporto.

Annunci

Il symbolum

18198531_10213026039912561_8217702751872814427_n.jpg
Uno degli amboni della Cattedrale di Salerno

Mi son chiesta cosa significasse l’iconografia degli amboni medioevali di probabile impronta cosmatesca.

Piccola premessa.

La famiglia dei Cosmati, marmorari romani, utilizzava per lo più materiale romano o bizantino; i cerchi sono spesso fette di colonne. Da qui il simbolo di continuità con il mondo romano. L’aquila è il simbolo della sapienza divina, come l’aquila che si diceva vedesse da molto lontano. I cartigli con i personaggi sono i profeti dell’ Antico Testamento. Le colonnine e la forma che andrà strutturandosi è sempre dal mondo bestiale al celeste e la forma ( quadrata, esagonale, ottagonale) ha un riferimento ai 4 evangelisti, alla perfezione o infinito o alle storie della salvezza. Giovanni e Nicola Pisano porteranno ai massimi esempi.

18158007_10213026039952562_1521844983250162462_n
Ambone Cattedrale di Ravello

Se la forma del cerchio è simbolo di perfezione secondo la visione filosofica, gli uccelli i rami di piante e l’oro simboleggiano il paradiso e la Parola di Dio quale porta.

Studiando ho capito che i marmorari che han lavorato a Salerno non son i Cosmati: quei disegni in alto son stati realizzati da maestranze campano-cassinesi e siculo-arabe (che hanno lavorato nel salernitano e a Palermo); essi ricalcano sempre, e in ogni caso, il generale significato iconologico, iconografico e semantico dei simboli e le forme usati.

E mi fermo qui…

Rimando qui chi volesse ammirare l’iconografia della Cattedrale di Salerno.

Salerno20

C’è sempre una prima volta

Il Cilento e il Sud ( Calabria in testa) son stati anche territori dove operavano bande di briganti.image.jpg

Il fenomeno è troppo complesso perchè ve ne possa ora intrattenere, ma una anticipazione desidero darla.

Posso sciogliere le riserve oggi che le prenotazioni son arrivate.

Aspettiamo circa trenta turisti che l’Outdoor Campania ha qui convogliato sul percorso di uno dei più celebri e controversi briganti cilentani.

A casa ne ospiterò 3 al momento.

Io spero che questo sia solo l’inizio di un cambio di rotta: pare che ci si sia stancando dei percorsi in Costiera.

L’alto Cilento per il suo essere impervio si prestava benissimo : lungo i crinali, nelle grotte, gli anfratti.

Datemi il vostro “In bocca al lupo”, ne ho bisogno.

1.jpg

La Rocca dell’Innominato

Mentre son in altre faccende affaccendata, per chiosare la celebre poesie del Giusti, evidenzio questa perlina…

dsc_3519-min

Culture For

Chi di voi ha mai desiderato di visitare i luoghi di cui si parla nei libri? Beh, non è così difficile se, il libro scelto, è I Promessi Sposi: “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutte a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi a un tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, e un’ampia costiera dall’altra parte […]

DSC_3509-min

Inizia così il romanzo più amato o odiato dagli studenti e a cui, a Lecco e dintorni, è stato dedicato un itinerario ad hoc dove poter vedere i luoghi che sono stati il teatro di alcuni episodi de I Promessi Sposi. Così, in una pigra domenica di sole ho deciso di andare a Vercurago, un piccolo paesino affacciato sul…

View original post 462 altre parole

Accorrete, accorrete

Nel diffondere questa informazione so che qualcuno tra voi potrebbe obiettare..
😉
18056989_440689186283059_245028633421325333_n
Il 6 p.v. è prevista una manifestazione a Salerno: lo sbarco dei Cavalieri della Confederazione Internazionale Templare di San Bernardo di Chiaravalle l(leggo la più potente e numerosa federazione mondiale Templare, sarà così?).

La prima tappa è prevista alle ore 12.00 presso l’avamposto del Castello di Arechi dove continua la Festa della Croce Templare con il raduno dei Cavalieri e la benedizione della Croce Templare, alle ore 13.30 Conviviale Templare..
Ore 11.30 Raduno Cavalieri e Dame Castello di Arechi
Ore 12.00 Benedizione della Croce Templare e Vestizione (Castello di Arechi)
Ore 13.30 Conviviale Templare e Consegna attestati (Castello di Arechi)
Ore 17.00 Processione Traslazione Reliquie di San Matteo (piazza Portanova-Duomo) e Santa messa

Scena dell'esercitazione tra il marphais e l'abate!

Quella Loggia che piace tanto

Immaginefarnesina
La Farnesina dal 20 aprile al 20 luglio 2017 ospiterà la Mostra “Raffaello e Giovanni da Udine nella Loggia di AMORE E PSICHE. I colori della prosperità: frutti dal vecchio e nuovo mondo”.
L’evento intende valorizzare questo patrimonio di grande interesse scientifico e culturale attraverso lo studio dei ricchi cromatismi associati a una selezione di frutti provenienti da tutti i continenti, che vengono così a rappresentare “I colori della prosperità”.
I colori, come elementi emblematici di prosperità e ricchezza, i festoni, come elementi augurali per eccellenza, ed una varietà botanica senza eguali,caratterizzano lo straordinario pergolato della Loggia, ingresso ad un luogo di Meraviglia.

I festoni della Loggia di Amore e Psiche esibiscono tutta la loro eccezionalità.

download
La Loggia, situata nel piano terreno e composta da cinque archi che sono attualmente chiusi da vetrate protettive, vide il genio di Raffaello all’opera insieme a numerosi artefici della sua bottega tra cui Giovan Francesco Penni, Giulio Romano e Giovanni da Udine.
La Loggia venne battezzata così dalla decorazione ad affresco dipinta nel 1518 sulla volta dalla scuola di Raffaello su disegni del maestro, dove si raffigurarono episodi ispirati all’Asino d’oro di Apuleio, della favola di Amore e Psiche, già impiegata nel Quattrocento per immagini di argomento nuziale.

La loggia serviva da palcoscenico per le feste e le rappresentazioni teatrali organizzate dal proprietario.