Un’elegante ultima dimora

Immagine.jpg
Come architettura funeraria è decisamente invidiabile.
Parlo del complesso alle falde del Monte Mendos nella antica regione della Licia nella provincia di Fethiye, l’antica città di Telmessos. Essa si ergeva al confine con la Caria.
Riguardo a questa fetta di Asia Minore, i cui reperti archeologici più antichi risalgono ad epoca micenea, si favoleggia.
Secondo la leggenda di Telmessos, Apollo, innamorato della figlia del re fenicio Agenore, riuscì con uno stratagemma ad avvicinare la ragazza ed a sposarla.
I due ebbero un figlio a cui Apollo diede il nome di Telmessos: lo stesso nome della città di cui fu fondatore.

Nella necropoli rupestre ( V secolo a.C.) alla quale sto dedicando spazio con le sue tombe scolpite nella roccia risalta la tomba detta “di Aminta” dal nome del proprietario noto da un’iscrizione.
La sua facciata presenta due colonne comprese fra due pilastri laterali, un fregio a denti e un timpano.

depositphotos_37561973-stock-photo-the-tomb-of-amyntas.jpg