Un gioiello di pietra

24993543_10209655432575556_7155073648412931875_n

L’Abbazia di Saint-Guilhem-le-Désert ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di patrimonio Unesco dell’umanità.
Essa prosperò grazie all’afflusso di pellegrini diretti a Santiago de Compostela.
L’ Abbazia francese posta nella Valle del Gellone rappresenta un gioiello di pietra con le scogliere vertiginose dove il timo, la quercia e il pino si aggrappano, questo paesaggio in pietra e cielo è incantevole. Nel suo cuore è nascosto la leggendaria città di Saint-Guilhem, che poi appare come un’oasi reale.

Guglielmo,  cugino di Carlo Magno celebrato dai trovatori nel Medioevo, si mise in mostra nelle campagne militari contro i Saraceni. Eroe della presa di Barcellona nell’803, preferisce deporre le armi e diventare monaco. Nell’804, sotto la guida di San Benedetto d’Aniane, fonda un monastero nella solitudine della Val de Gellone.

25289581_10209668122452795_2695533292884201518_n.jpg
La valle dove Guilhem si ritirò nel 806 dopo aver fondato il monastero di Gellone era un vero deserto che solo i pastori del neolitico avevano già frequentato.

Il chiostro (dal latino claustrum, luogo chiuso), è stilisticamente ripreso dall’atrium delle ville romane ed è il luogo deputato alla meditazione (per questo vi vige la “regola del silenzio”) servendo ai religiosi da deambulatorio e riparo.

Immagine.jpg

Annunci

Aggiornamento

24993543_10209655432575556_7155073648412931875_n.jpg

Vorrei aggiornare con questo luogo sacro, ovvero l’ Abbazia di Saint-Guilhem-le-Désert di Hérault, Linguadoca-Rossiglione, ma la situazione di mio padre è cambiata…
Ora un’autoambulanza l’ha riportato all’ospedale per una trasfusione, ma non è questo il problema.
Dovrebbe anche effettuare la dialisi, ma bisogna firmare: va in coma nelle sue condizioni…
Ci si legge più tardi…